Premio Mecatronica
Apindustria Confimi 2018

29/05/2018

Euronda alla 33° edizione del Premio Meccatronica di Apindustria

Il tema proposto da Euronda per l'edizione 2018

“Un dispositivo per la produzione di acqua distillata per uso in ambito ambulatoriale”  questo il tema proposto da Euronda per la 33° edizione del Premio Meccatronica, il concorso rivolto agli studenti degli istituti tecnici e professionali organizzato dalla categoria dei metalmeccanici di Apindustria Confimi Vicenza.

Nel ruolo di azienda proponente l’argomento di questa edizione, Euronda ha collaborato e partecipato alla presentazione dei lavori e alle premiazioni che  si sono svolte venerdì 25 maggio 2018 presso la sede dell’associazione di categoria, a coronamento di un impegno iniziato lo scorso autunno, quando il bando è stato presentato ai referenti degli istituti vicentini.

Alla presenza del Presidente del comparto metalmeccanico di Apindustria Confimi Vicenza Paolo Rizzato con una delegazione del proprio Consiglio, del Presidente di Apindustria e dell’Assessore del Comune di Vicenza Filippo Zanetti, i gruppi hanno presentato il risultato di questi mesi di lavoro.

In sala anche i referenti di Euronda: Marco Bonanni, Technical Manager ed Edoardo Boffo, Business Unit Director, che hanno illustrato ai presenti gli obiettivi del tema proposto ai team e i punti di forza di ciascun progetto, supportando il lavoro dei ragazzi.

Ad essere incoronati vincitori gli studenti dell’Itis De Pretto di Schio, con un progetto molto concreto che ha permesso loro di avere la meglio sui team del IPSIA Garbin di Schio e dell’ITIS Fermi di Bassano (che si sono qualificati terzi ex aequo) e dell’IPSIA Lampertico di Vicenza che si è fermato ai piedi del podio.

Premiata la capacità di risolvere problemi complessi con soluzioni semplici e originali

Al di là del verdetto, gli imprenditori hanno manifestato grande apprezzamento per i progetti sviluppati a partire da un prodotto semplice ma che, come è stato ribadito durante la premiazione, nascondeva una grande sfida nel preservare l’economicità della soluzione originale, costringendo quindi i gruppi a misurarsi con vincoli tecnici ed economici assai stringenti.

«La proposta che abbiamo presentato con Euronda – spiega il Presidente provinciale di Confimi Industria Meccanica, Paolo Rizzato – ha impegnato davvero molto i ragazzi, ma sono certo che questa sfida ha permesso loro di maturare un bagaglio di esperienze che porteranno con sé nel futuro. Sono molto grato ad Euronda per aver accolto con entusiasmo la nostra proposta e ringrazio particolarmente il dott. Basso che da subito ha creduto al progetto».

L’evento ha riscosso anche il plauso del presidente di Apindustria Confimi Vicenza, Flavio Lorenzin: «Il nostro compito di imprenditori è anche quello di far emergere i talenti dei nostri giovani, che sono il futuro delle nostre aziende e del nostro territorio. Ringrazio Euronda per la propria sensibilità che li ha portati a sostenere il progetto e a contribuire alla premiazione e voglio sottolineare anche l’importante contributo della Camera di Commercio che anche quest’anno ha deciso di sostenere la nostra iniziativa».

Largamente positivo anche il commento di Euronda: «Ci siamo avvicinati al Premio Meccatronica con grande energia – spiega l’Ing Marco Bonanni –, ma anche con qualche preoccupazione rispetto all’accoglienza che la nostra proposta avrebbe raccolto; abbiamo però visto ritornarci la stessa energia moltiplicata dall’entusiasmo dei ragazzi che nel corso dei mesi si sono misurati e confrontati costantemente con noi e con i loro docenti. La nostra azienda è da sempre molto attenta nel selezionare e coltivare i propri talenti; ci ha fatto davvero piacere vedere quante capacità e quanto entusiasmo si celi nei ragazzi che abbiamo visto misurarsi in questi mesi».

Categorie

Top